La Gestione del Rischio Clinico, identifica i pericoli potenziali/minacce ai quali è sottoposta l'azienda, definisce e quantifica gli ipotetici scenari di rischio e formula le contromisure più idonee, perseguendo obiettivi aziendali strategici ben delineati. La gestione del Rischio Clinico nasce negli Stati Uniti con lo scopo di ridurre la tendenza dei ricorsi legali dei pazienti che hanno avuto "INCIDENTI CLINICI" non previsti che si verificano durante i trattamenti sanitari a cui sono stati sottoposti. L'esigenza di prevenire il contenzioso nelle attività sanitarie, prima ancora di gestirne le conseguenze, ha indotto studi specifici sul tema, sempre più numerosi nel corso degli ultimi anni.

OBIETTIVO FORMATIVO: Sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro e patologie correlate.

  • Acquisizione di competenze tecnico-professionali: Riconoscere le motivazioni, anche etiche, per l’impegno nei confronti della prevenzione e della gestione del rischio clinico nella pratica professionale quotidiana.
  • Acquisizione di competenze di processo: Scegliere ed applicare interventi per la prevenzione dei rischi e per la gestione degli eventi avversi e delle relative conseguenze. Riconoscere il valore e le potenzialità della documentazione clinica e gestionale per la prevenzione del rischio clinico e l’analisi degli eventi ad esso correlati
  • Acquisizione di competenze di sistema: Identificare le implicazioni in termini di rischio clinico delle tecnologie sanitarie

Numero Evento: 286312
Crediti ECM: 50
Durata: 34
Professioni sanitarie: Tutte